SmartEUS
Gestione integrata dell'Emergenza Urgenza Sanitaria

Astir è partner capofila di un raggruppamento che coinvolge anche l’Università di Catania e le società AREA Scs, Halsa Srl e Kell Srl nello svolgimento di un progetto co-finanziato da Regione Sicilia che ha come obiettivo lo sviluppo di una “Piattaforma tecnologica modulare per la gestione integrata e dinamica del sistema di Emergenza Urgenza Sanitaria – SmartEUS” capace di abilitare l’efficace collaborazione tra gli attori dei processi di E/U: mezzi di soccorso, centrale operativa di 118, ospedali, fino ad arrivare al cittadino.

  • Potenziare la comunicazione tra mezzi di soccorso, 118 e ospedale di destinazione, durante la gestione del singolo caso di emergenza, tramite una scheda di missione informatizzata per i mezzi di soccorso, che raccolga i dati inseriti dall’equipe di soccorso e dati acquisiti tramite dispositivi mobili per la diagnosi e il monitoraggio. Questi dati saranno condivisi in tempo reale con Centrale 118 e Ospedale di destinazione
  • Supportare il 118 nella scelta dell’ospedale di destinazione per i trasferimenti primari, e similmente supportare gli ospedali per i trasferimenti secondari, con l’effetto di bilanciare il carico di lavoro tra le strutture territoriali e migliorare l’utilizzo delle risorse. Per raggiungere questo scopo, si intende attivare la trasmissione in tempo reale della disponibilità di risorse ospedaliere (PS, letti, sale d’intervento, diagnostiche, servizi) da parte dei presìdi, potenziata da flussi automatici inviati dai sistemi informatici, p.e. di Pronto Soccorso e di terapia intensiva. Oltre a ciò, si mira a sviluppare algoritmi che possano presentare al personale di 118 un set di indicatori di valutazione della destinazione del mezzo; tali algoritmi dovranno elaborare in tempo reale l’esigenza macro del paziente, i criteri di distanza, appropriatezza, disponibilità, l’organizzazione a livelli delle reti di patologia, l’analisi dei carichi di lavoro delle strutture ed eventuali alert su fenomeni epidemiologici in sorgenza.
  • Informare, educare e agevolare il cittadino nell’accesso ai servizi di emergenza-urgenza. Si intende infatti sviluppare un applicativo per smartphone con funzioni di: 1) chiamata geolocalizzata a 118; 2) informazione in tempo reale su code di attesa nei PS circostanti ed eventuali avvisi di chiusure straordinarie; 3) comunicazione educativa in merito all’accesso appropriato alle strutture di emergenza urgenza.
  • Consentire il monitoraggio del funzionamento della rete da parte degli enti di coordinamento, producendo una reportistica mirata alla valutazione degli andamenti di carico delle risorse della rete.
Il progetto include una sperimentazione pilota con gli attori della rete di emergenza-urgenza afferenti al bacino SEUS 118 di Catania – Ragusa – Siracusa che, per complessità e volumi gestiti è rappresentativa per valutare l’estensione del servizio su scala regionale.

Per maggiori informazioni, visita la pagina smarteus.it